Le sigarette elettroniche rallentano la guarigione delle ferite: rischi dopo le operazioni

Le sigarette elettroniche, proprio come quelle tradizionali, rallentano il processo di guarigione delle ferite e bisognerebbe smettere di utilizzarle nel caso in cui sia necessario sottoporsi ad operazione chirurgica. I test effettuati dimostrano che lo stesso discorso non vale per coloro che invece non fumano. Vediamo insieme come gli scienziati sono arrivati a questa scoperta.

Le sigarette elettroniche influiscono negativamente sul processo di guarigione delle ferite della pelle, causando danno che sono simili a quelli provocati dalle sigarette tradizionali. La scoperta di ricercatori del Boston Medical Center mette dunque in guarda i fumatori di questo nuovo prodotto, in particolare coloro che devono sottoporsi ad operazioni chirurgiche. Ma come è possibile?

Svapare o no? I ricercatori spiegano che già in passato è stato dimostrato l'effetto negativo del fumo di sigaretta tradizione sulla guarigione delle ferite, in particolare quelle post operatorie. Quando un paziente deve sottoporsi ad un intervento chirurgico infatti i medicini consigliano di smettere di fumare già mesi prima, proprio per ridurre il rischio che le sigarette possano rallentare il processo di guarigione. L'attuale incremento del consumo di sigarette elettroniche ha portato i ricercatori di Boston a chiedersi se anche questi prodotti influenzino il rimarginarsi delle ferite.

Gli esperimenti sulle ferite. Per saperne di più, i ricercatori hanno effettuato alcuni test con sigarette tradizionali e sigarette elettroniche, mettendo i risultati a confronto con casi in cui invece il consumo di sigarette non era previsto. Gli esperimenti hanno preso in considerazione la variazione di livelli di cotinina sierica, un biomarcatore per l'esposizione al fumo di tabacco. Per riuscirci, gli scienziati hanno creato lembi cutanei che sono stati innestati con fumo di sigaretta tradizionale, con fumo di sigaretta elettronica e con nessuna delle precedenti opzioni, ipotizzando dunque le varie tipologie di fumatori e non. Due settimane dopo, i ricercatori hanno scoperto un incremento del tasso di morte dei tessuti su entrambi i campioni esposti al fumo (tradizionale e di sigaretta elettronica).

Conclusioni. Secondo i dati raccolti dunque fumare e svapare ha lo stesso effetto negativo sulla guarigione delle ferite e per questo il consiglio è quello di smettere di utilizzare entrambi i prodotti in caso di intervento chirurgico.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *